PONTITIBETANI

Zone Temporaneamente Autonome

quello che rom insegnano

Lascia un commento

ho letto un bel post sull’incontro tra una mamma rom e una donna italiana.

e mi ha aperto il collegamento con due files del passato.
1. mio padre che una ventina di anni fa, era riuscito ad entrare in un campo rom, e a incontrare quel mondo.
due mondi che si erano incontrati e conosciuti, portando via da quell’incontro un pò di saggezza in più.
mio padre aveva conquistato anche un buon reportage fotografico, da appassionato fotografo dilettante, e nuove sonorità fatte di musiche zigane, che si era subito procurato.
io e mia madre  avevamo in dote l’incredulità per la facilità con cui era riuscito ad aprire un canale comunicativo.
2. una trasmissione radio di qualche anno fa, in cui una mediatrice culturale spiegava che peruna dona rom portare i bimbi a fare l’elemosina era una sorta di premio, da attribuire al bambino che si era comportato bene.
per noi, per la nostra cultura sarebbe ed è un disvalore.
per lei no.
e poichè sono forgiata e calata nella mia cultura, non penso che sia una bella cosa portare in giro i bimbi, magari piccolissimi, o peggio neonati per una strada trafficata, inquinata di inverno … ma io continua a sentirmi colpita dal fatto che quel gesto così difficile da comprendere, appartienga comunque ad una categoria educativa.
estranea alla nostra, ma educativa, in ogni caso.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...