PONTITIBETANI

Zone Temporaneamente Autonome

lezioni di preadolescenza: la grande

14 commenti


Non so voi, ma io ho una potentissima rimozione, ma mi piace più la parola amnesia, riguardante la mia infanzia – escludendo quei due o tre ricordini traumatici da bimba -. I ricordi sono potenti solo rispetto al mio mondo onirico infantile. Quelli seri emergono alla coscienza a partire dalla scuola media.

Prima zero.
Ora ho una figlia che l’anno prossimo entrerà nella scuola media, e manifesta già quei tratti tipici della preadolescenza. 
Cavolo! 
Cavolo! 
Cavolo!
Fino a qualche anno fa c’era solo la meraviglia di crescere un bimbo, cosa che si sta rinnovando con la Mini; ma con lei, ora, adesso ho tra le mani qualcosa che è pieno di ricordi a specchio. Siano le richieste, lei il nintendo io lo stereo; sia la confidenza con mia mamma nel fare spese da donne, un libro, una maglietta carina, uguali allora come oggi; sia pure la voglia di mostrare ciò che sa e i suoi gusti, ora diversi dai miei e rivendicati. 
Mille somiglianze e mille distinguo: tu sei questo, io sono quello.
Che strana cosa, ora che rivendica se stessa e più simile a me allora. E forse anche alla me stessa di oggi.
Ma devo stare attenta, attenta a non dare per scontata la meraviglia, c’è e ci deve essere; anche se riconosco (anche per via del lavoro che mi fa incontrare tantissimo gli adolescenti e l’adolescenza) quel periodo, quel modo di fare, così trasversale, così anticipatorio dell’età adulta … ma che partorirà una persona diversa da ogni mia aspettativa.
Lo stupore vorrei che fosse uguale a quando era piccola e incredibile …
Oggi ho paura, cosa abbastanza inconsueta per me, di non saper essere all’altezza di una adolescente ….
Cavolo!
Annunci

14 thoughts on “lezioni di preadolescenza: la grande

  1. E invece io sono sicurissima che ne sarai all’altezza.
    Le persone che mi preoccupano sono quelle che non si ricordano assolutamente nulla di quel delicato periodo e fanno finta di essere nati già vecchi e saggi.
    Se tu riesci a rivederti in lei pur accettando le differenze saprai essere una mamma che è anche un po’ amica.

  2. E invece io sono sicurissima che ne sarai all’altezza.
    Le persone che mi preoccupano sono quelle che non si ricordano assolutamente nulla di quel delicato periodo e fanno finta di essere nati già vecchi e saggi.
    Se tu riesci a rivederti in lei pur accettando le differenze saprai essere una mamma che è anche un po’ amica.

  3. Grazie, lo spero proprio, ma lo scarto e la distanza con mia mamma nasce proprio lì, e ancora oggi cerco di ricucirlo.
    Temo di non riuscire a fare le cose in modo diverso e condannare entrambe ad una distanza faticosa…. come è successo con mia mamma, eppure ho un bellissimo ricordo della prime confidenze donna a donna ……

  4. Grazie, lo spero proprio, ma lo scarto e la distanza con mia mamma nasce proprio lì, e ancora oggi cerco di ricucirlo.
    Temo di non riuscire a fare le cose in modo diverso e condannare entrambe ad una distanza faticosa…. come è successo con mia mamma, eppure ho un bellissimo ricordo della prime confidenze donna a donna ……

  5. come ti capisco, monica…
    ma io, invece, ho la certezza che sarai… no, non perfetta, ma adeguata, adeguata a lei e alle sue richieste.

  6. come ti capisco, monica…
    ma io, invece, ho la certezza che sarai… no, non perfetta, ma adeguata, adeguata a lei e alle sue richieste.

  7. Quando una mamma si interroga è già sulla buona strada. Quella poi che sa guardare i suoi errori e riconoscere la differenza tra ciò che è suo e ciò che è dell’altro ha già abbattuto gli ostacoli più grandi della comprensione. Ti basta lasciare spazio allo stupore di vedere sbocciare uno splendido fiore a cui non deve mancare l’acqua della fiducia. Buona avventura.

  8. Quando una mamma si interroga è già sulla buona strada. Quella poi che sa guardare i suoi errori e riconoscere la differenza tra ciò che è suo e ciò che è dell’altro ha già abbattuto gli ostacoli più grandi della comprensione. Ti basta lasciare spazio allo stupore di vedere sbocciare uno splendido fiore a cui non deve mancare l’acqua della fiducia. Buona avventura.

  9. nn me lo dire…io sono anni che attendo la crisi e mi spaventa, ma come al solito faccio la gradassa e ci rido su, e così tra me e mia figlia è diventato un siparietto.
    io ho avuto un’adolescenza difficilissima con mia madre, scontri e liti in continuazione.
    razionalmente capisco che lo scontro deve esserci, mia figlia è migliore di me e x dimostrarlo deve scoprire i miei lati deboli, criticarli ed essere migliore di me…ma nn posso dire che questo mi resca facile da accettare!

  10. nn me lo dire…io sono anni che attendo la crisi e mi spaventa, ma come al solito faccio la gradassa e ci rido su, e così tra me e mia figlia è diventato un siparietto.
    io ho avuto un’adolescenza difficilissima con mia madre, scontri e liti in continuazione.
    razionalmente capisco che lo scontro deve esserci, mia figlia è migliore di me e x dimostrarlo deve scoprire i miei lati deboli, criticarli ed essere migliore di me…ma nn posso dire che questo mi resca facile da accettare!

  11. @emily anche a me fanno paura, o meglio cosa fatica rapportarmi con quello sguardo critico, e a volte ipercritico (e mica sempre preciso), che mi colloca in un altro modo di essere madre.
    lo sapevo che sarebbe arrivato il momento, e l’ho studiato su un sacco di libri, e visto al lavoro.
    ma non sono più solo la mamma del biglettino pieno di cuoricini, del genere mamma t.v.t.b. … sono un adulto da cui prender distanza. e mi sa che lo capisci, temo che la distanza diventi rabbia, e distanza non colmabile…. …

  12. @emily anche a me fanno paura, o meglio cosa fatica rapportarmi con quello sguardo critico, e a volte ipercritico (e mica sempre preciso), che mi colloca in un altro modo di essere madre.
    lo sapevo che sarebbe arrivato il momento, e l’ho studiato su un sacco di libri, e visto al lavoro.
    ma non sono più solo la mamma del biglettino pieno di cuoricini, del genere mamma t.v.t.b. … sono un adulto da cui prender distanza. e mi sa che lo capisci, temo che la distanza diventi rabbia, e distanza non colmabile…. …

  13. Io non ho mai avuto un rapporto conflittuale con mia madre, ma neanche una grande confidenza. La cosa che le ho più rinfacciato è stata quella di avermi considerato sempre troppo grande, troppo matura (e forse ero solo una rompiscatole saputella). E ora ho paura di riprodurre lo stesso meccanismo nel mio rapporto con la mia figlia più grande, che un po’ scrive bigliettini con cuoricini, e un po’ anela ad una libertà più grande…

  14. Io non ho mai avuto un rapporto conflittuale con mia madre, ma neanche una grande confidenza. La cosa che le ho più rinfacciato è stata quella di avermi considerato sempre troppo grande, troppo matura (e forse ero solo una rompiscatole saputella). E ora ho paura di riprodurre lo stesso meccanismo nel mio rapporto con la mia figlia più grande, che un po’ scrive bigliettini con cuoricini, e un po’ anela ad una libertà più grande…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...