PONTITIBETANI

Zone Temporaneamente Autonome

DIALOGHI surreali di una donna e il sua armadio

8 commenti

ImageChef.com - Custom comment codes for MySpace, Hi5, Friendster and more

donna: mentre ripone i maglioni invernali

armadio: “cosa fai?”
donna: “ripongo i maglioni”
a: “perchè?”
d:”perchè si fa così, si fa posto alle robe estive” (domandastupidastupidastupidastupida)
a: “ummmmmmmmmhhhhhh”
d: “perchè fai ummmhhhhhh, sei perplesso”?
a: “no”
d: perplessa
a:” è un lavoro noioso!”
d: pensa ai lavori noiosi che faceva quando lavorava. ma allora il lavoro aveva un quadro spaziale e temporale in cui le cose si collocavano, tra noia e interesse. una figura sfondo in cui i dettagli entravano a completamento e significato.
donna sussurra tra i denti, osservando astiosamente,  l’armadio: ” str***”
a: ” guarda me è solo questione di organizzare gli spazi e i tempi. cassetti di robe da tutti i giorni, cassetti da mutande, per esempio. Oppure ante da cappotti, le apri ogni sei mesi circa, cassetti da lenzuola, e spaziolini da calzini …
il tuo tempo ora è così, un tempo di mutanda, di calzino, di cappotto o lenzuolo!
‘mmo va stirare, a’bella!”
Annunci

8 thoughts on “DIALOGHI surreali di una donna e il sua armadio

  1. no, stirare nooooooooo. O per lo meno, da ridurre all’osso.

  2. no, stirare nooooooooo. O per lo meno, da ridurre all’osso.

  3. cara la mia signora marilde da quando la donna si è data alla casalinghità …. la roba da stirare, pare essersi centuplicata!
    l’armadio

  4. cara la mia signora marilde da quando la donna si è data alla casalinghità …. la roba da stirare, pare essersi centuplicata!
    l’armadio

  5. Ussignur … l’armadio, la voce della coscienza!!

    Io stavo riflettendo – e non è pensiero originale – come si vivesse qua dentro quando io lavoravo.

    Da dove saltavo fuori tutte queste cose che io faccio, tutto il giorno senza fermarmi, e che prima non facevo?

    Chi altri è venuto ad abitare in questa casa che non me ne sono accorta???

    /graz

  6. Ussignur … l’armadio, la voce della coscienza!!

    Io stavo riflettendo – e non è pensiero originale – come si vivesse qua dentro quando io lavoravo.

    Da dove saltavo fuori tutte queste cose che io faccio, tutto il giorno senza fermarmi, e che prima non facevo?

    Chi altri è venuto ad abitare in questa casa che non me ne sono accorta???

    /graz

  7. mi sono detta la medesima cosa, aumenta il tempo e le cose improvvisamente si espandono, gonfiano, e rioccupano tutto il tempo libero.

  8. mi sono detta la medesima cosa, aumenta il tempo e le cose improvvisamente si espandono, gonfiano, e rioccupano tutto il tempo libero.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...