PONTITIBETANI

Zone Temporaneamente Autonome

cronachetta di una canna fumaria … e pensare, no???

4 commenti

Due anni fa in casa ******_******** (inquilini) si procedette all’acquisto di stufa in piastrelline di maiolica, che troneggiasse fumando e fumante in cucina.

Ma aihimè il tubo della canna fumaria diede ben presto segni di decadimento, fosse colite o brucellosi, lupus, o eritema solare … non è dato saperlo. 
In ogni caso il fumo non usciva ma entrava.
Il proprietario della magione il sig****** (proprietario), sollecitato dai due, si occupò di contattare il locale stufista, che decretò la necessità di modificare necessariamente la canna fumaria. 

Allora si spaccò il muro, ma un pochettino, solo un pochetto, poi vi insinuò lascivamente un sinuoso tubo flessibile, che occupasse la sede della vecchia canna, e lasciasse vieppiù scorrere di nuovo e voluttuosamente i fumi della troneggiante in maiolica.
Il giallissimo muro appena dipinto con un sole nascente fu sbocconcellato e tappezzato di tristo cemento grigio, non si dice se fosse quello, il sol dell’Avvenir, ma forse no!
Il resto delle cucina fu cosparsa a tempo indefinito di corpuscoli di pulviscolo nero, fuliggine e sporco di origine non specificata.

Un bel lavoretto … al risparmio. 

In soprapprezzo e una crepa procedette inesorabile, salendo dalla cucina sino alla soprastante camera da letto. Quel muro corrotto e poi corretto, si assicurò così che gli inverni successivi la stanza puzzasse inspiegabilmente di fumo. 
Ogni notte alla stessa ora.
Ogni notte. 
Stessa ora.

Crepa o fuga?


Oggi le maestranze stufiste rientrano nella magione dei signori ******_******** a sfondare con poderosa mestria lo stesso e medesimo muro, avendo gli stessi (inquilini) rischiato una leggera intossicazione …

Ora arrivo prevista per l’inizio lavori: ore 8,00
ore 8.00  tutti pronti, la casa – stavolta – è incartata come un ghiacciolo. 
I signori ******_******** hanno capito il trucco, coprire è meglio che soffrire di enfisema…
  • La fuliggine non vincerà! 
  • Il frigo e la cucina sono inaccessibili. 
  • Non si mangerà e si dormirà sul pagliericcio. 
  • Compresa la unenne figlia dei sigg ******_********.

ore 8,15  giunge lo stufista e comunica che il lavoro inizierà alle 9,00

ore 9.00 giunge lo suifista e comunica che il lavoro comincierà alle ore 10,30

ore 10,30 giunge lo stufista e porta i ferri del mestiere e comunica che il lavoro inizierà alle ore 13,30

ore 13,30 inzio lavori effettivo.

lo stufista stima di finire la prima parte di lavoro alle 17,30.

ore 16,50 lo stufista stacca dai lavori. 

Finirà all’indomani  la prima parte del lavoro.

Alle 8,00 …..


La cucina è sempre incartata come un mottarello. E un cumulo di polvere e minimacerie accoglogono la signora ********.

Si mangerà latte e polvere. 
La piccolina di casa viena avvolta nella pellicola d******k, a cui si incolla del mocio, poi tuffata nello supersplendorpavimenti, così che gattonando contribuisca al bene della happy family…

to be continued…
il colore del carattere del post è grigio fumo di londra, très chic
 
Annunci

4 thoughts on “cronachetta di una canna fumaria … e pensare, no???

  1. Raccontato così sembra quasi divertente! Aspetto il finale a sorpresa.

  2. pazzesco! altro che divertente, c'è da incaxx di brutto….

  3. omioddio, e io che mi lamentavo del polverone della cantina…
    Non lo farò più!

  4. il fatto narrativo è servito a elaborare l'inc********* funesta della signora inquilina…..

    pre fortuna che il blog c'è…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...