PONTITIBETANI

Zone Temporaneamente Autonome

Guardare. Una madre.

6 commenti

Sembra un racconto. E non lo è.

La signora XXXX, la incontro quasi ogni giorno, ha un figlio coetaneo della grande e una figlia un pò più grande. Mi capita di fermarmi a parlare con lei, anche se per bervi attimi.

Una donna che parla tanto, quasi travolge con il flusso veloce delle parole, ed io la scopro mano a mano, come una persona colta, attenta e sensibile. Che non ti guarda mai in faccia, nel suo eloquio veloce, e non per maleducazione; il suo sguardo è sempre rivolto lontano, altrove.

Lei è fisica, presente, e potente in ciò che dice, una donna forte che resta impressa. Eppure lo sguardo va sempre altrove.

Un giorno, nella sua  lievità adolescenziale, inconsapevole, la mia figlia grande mi dice che primogenita della donna soffre di sclerosi multipla, da circa 5 anni. Lei lo dice come fosse una banalità e non sa nemmeno cosa sia la sclerosi.

Un giorno la incontro in un negozio, con la  sua figlia grande, che sta (ancora ed evidentemente) bene, studia, è brava, studiosa, intelligente, davvero carina, simpatica, piacevole, allegra.

La madre sorride mentre parla e mi guarda in faccia, intreccia lo sguardo, non guarda “altrove”.

Il suo altrove sta lì accanto a lei.

Annunci

6 thoughts on “Guardare. Una madre.

  1. Altra mazzata del martedi pomeriggio, grazie cara, oggi è giornata. Belle e sensibili le tue osservazioni.

    • Non volevo che fosse una mazzata. Ma mi ha colpito un sacco questa madre… Magari mi sono immedesimata troppo… Eppure e’ uno sguardo da madre, diretto alla parte tenera/fragile dei suoi figli.
      Fa sentire che in quella barca, a diverso titolo, ci siamo tutte.
      Un abbraccio da martedì strambo. Monica

  2. non mi sorprende è una Madre che ha capacitàomeostatiche frutto di esperienza,vitalità e cultura personale,diversa da quella occidentale.E’ una donna molto coraggiosa il suo sguardo non tradisce l’emozione del problema che porta con sè

  3. forse è inutile dirtelo, ma (conoscendomi) certo la tua immagine mi ha toccato, perchè immagino che di me si possa dire e si dica lo stesso. magari non che sono altrove ma che, come una leonessa, sono sempre sulla difensiva. un po’ è così e il fatto che qualcuno ogni tanto, come te, possa vedere oltre mi piace parecchio e mi fa ben sperare.

  4. Mi piace il tuo modo di guardare oltre.
    Da giorni inseguivo il titolo del tuo post nell’attesa di pregustarne la lettura.
    Non mi hai delusa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...