PONTITIBETANI

Zone Temporaneamente Autonome

Ma chi lo avrebbe mai detto? Sul C day

4 commenti


Non ho mai amato la retorica del tricolore e nemmeno l’inno di mameli.

Ma quando ti tolgono la sedia sui cui stai seduto, comodamente in fondo, capisci che la sedia aveva valore.

Sciocco, ma siamo umani.

Speriamo di non perdere altro.

 

 

 

 

Infine una mostra sul un tricolore non convenzionale.

Annunci

4 thoughts on “Ma chi lo avrebbe mai detto? Sul C day

  1. condivido il tuo pensiero al 100% e le foto sono molto belle!

  2. mi auguro solo che l’Italia che mi ha dato i natali,quella nella quale sono stato allevato a valori che esprimono sentimenti di socialità e non dimercanzia e secessione possano irrobustire la volontàdi continuare nel percorso della nsotra bandiera nazionale

  3. proprio cosi’!

  4. ….condivido, Monica!
    Le foto sono bellissime…e forse ci ricordano quanto alcuni “fondamentali” siano da guardare con occhi non convenzionali…così da riscoprirli!

    Aggiungo una delle mie “fisse” che conosci bene 🙂 … ovvero il lato-ombra del Risorgimento, ovvero le donne che hanno contribuito a creare l’Italia unita: Anita, Cristina di Belgiojoso, Giuseppa Bolognara Calcagno (Peppa la cannoniera), Enrichetta Di Lorenzo, Margaret Fuller (l’americana arrivata in Italia per vedere come si rivoltava un popolo), Sara Levi Nathan (la banchiera della rivoluzione) e Rosalie Montmasson, l’unica donna dei Mille di Garibaldi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...