PONTITIBETANI

Zone Temporaneamente Autonome

Ricominciamo da qui?

12 commenti

Ne abbiamo parlato, ultimamente.

È stato una riflessione breve, ma ne siamo siamo state convinte – noi del circuito blogger dal 2007 in poi – che i social (da faccialibro in poi) abbiano tolto qualcosa alla scrittura pensata che praticavamo e a quella che lascia un segno.

Scrivere poi nella fattispecie è anche dare un nome alle cose, che poi non possono più essere dimenticate, come dice Linneo.

I social virali ma effimeri ci hanno consegnato (noi ci siamo lasciati abbandonare) ai like, alla velocità, alla scrittura di pancia, e poi sempre più sgomenti alla reazione emozione che cresce insieme alla furia, all’odio, all’insensatezza di qualcuno.

Non era quello che avevamo iniziato.

Era già finita la stagione dei blog?

Io torno qui.

Per la scrittura pubblica personale. E per quella pubblica professionale.

12 thoughts on “Ricominciamo da qui?

  1. Che bello. Ma bello davvero e necessario. Un abbraccio

  2. Uhm… perché no? Anche se, devo essere sincera, mi si è un po’ atrofizzata la voglia di mostrarmi. Forse perché mostrarsi ha acquisito significati diversi in questi anni. Tuttavia, ci stavo pensando anche io, come Giuliana. Quindi, perché no? 😀

    • In effetti non avevo pensato alla dimensione del mostrarsi, ma solo
      Alla scrittura “curata”, alla comunicazione non mozzata. In fondo non lascio Facebook solo per non perdere alcune relazioni … ci penso. 🙂

  3. Da un lato abbiamo bisogno di uscire dalla fretta e dalla riduzione di sentimenti complessi a emoticon. Dall’altro, se ripenso a quando abbiamo cominciato, moderare i commenti non era poi così difficile. Mi sono imbattuta, sì, in persone a volte maleducate, ma mai violente.
    Molti dei progetti che ho seguito allora oggi non li riproporrei più perché non sarei in grado di mantenere un adeguato distacco dalla rabbia. Da quella altrui, intendo.
    Il confronto è diventato una triste competizione umana.
    Forse è per questo che è importante ricomiciare e sottrarre potenza e potere a piattaforme più veloci e a tristi esseri umani 🙂

  4. Ci sto pensando da un po’ anch’io, consapevole che “quel tempo là” – molto nutriente – non torna e che va bene così. Chi c’era, ha sperimentato un ritmo della comunicazione più lento, più pensato, meno aggressivo. La stessa aggressività che mi tiene a distanza di sicurezza dai social pur apprezzando la possibilità di ricevere informazioni utili dai miei contatti. Non so bene se sarà a breve e quale forma potrà prendere, ma ci sto riflettendo seriamente e intanto ti leggo, come sempre, molto volentieri!

  5. Ciao bellezza, fantastico ritrovarci qui

  6. Ci sono per conversare ma non penso che tornerò mai a scrivere pubblicamente. Per me è stato doloroso espormi troppo.
    Un abbraccio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...