PONTITIBETANI

Zone Temporaneamente Autonome


8 commenti

vaccinazioni … (!!!!!!!!!!!!!!!!!)

V come Vaccino o come Vaffanculo. 

lo so, la mia furia non è mai elegante nè forbita.
fase uno
tentiamo di fare vaccinare la mini solo per le 5 (su 6) vaccinazioni suggerite, compilando l’apposito modulo inviato dal dipartimento di prevenzione medica- dell’asl

fase due
la pediatra (quella in gamba) mi dice che in realtà la mini è stata vaccinata con l’esavalente, ovviamente nessuno ci aveva comunicato il cambio di programma. 
a posteriori ci spiegano che:
  1. non avevano letto bene il foglio, 
  2. ma, anche, che dovevano saperlo prima per quel giorno il vaccino non esavalente non lo avevano portato, 
  3. tant’è che nessuno chiede di fare la vaccinazione diversa dall’esavalente … 

mi domando allora: ma se volevano saperlo per tempo, non potevano scrivere tale richiesta, già sulla prima comunicazione? insomma sono loro che hanno offerto di suggerire anzichè obbligare …

(insomma un atteggiamento simile io l’avrei chiamato: l’arte di arrampicarsi sugli specchi)
fase tre 
vado alla seconda vaccinazione, chiedendo spiegazioni. (vedi sopra) 
chiedo allora di poter fare la pentavalente (tetano-difterite-antipolio-epatite b + antipertosse): 
mi spostano l’appuntamento.
ma la mini dovrà fare 2 punture, perchè il vaccino lo fanno diviso in due somministrazioni.
non miscelabili in un unica siringa.
fase quattro
mi informo per ridurre ulteriormente il numero delle vaccinazione. 
ovvero con l’idea di fare somministrare solo le 4 vaccinazioni obbligatorie. la riposta è che in questo caso la bimba dovrà fare 3 punture.
non miscelabili in un unica siringa.
(nel lontano lontano lontano 1998 la grande ha fatto il vaccino obbligatorio tetano-difterite-antpolio-epatite b in una unica somministrazione!)

ora:
le vaccinazioni, oggi, sono consigliate, suggerite; però è disponibile solo un vaccino esavalente.
se un genitore volesse ridurre il numero dei vaccini scopre immediatamente che aumenterà progressivamente il numero delle punture da fare ad un bambino di 4/5 mesi.

mi viene un dubbio:
si vuole disincentivare  – senza parere – i genitori a scegliere e decidere.
in fondo chi ha voglia di fare iniettare in vaccini in  tre punture, al proprio bimbo, senza sentirsi un pò stronzo?

però la regione lombardia è discreta, quasi democratica, non obbliga … suggerisce

mavaaff************