PONTITIBETANI

Zone Temporaneamente Autonome

per #freeRossella

Lascia un commento

Io non la conosco come  accade a quei tanti che domani 29/2/2012 scriveranno per lei (siamo a 240 blogger circa, li trovate tutti qui), ma ho conosciuto qualcuno che come lei nella vita, e per brevi periodi, si è dedicato agli “aiuti umanitari”.

Persone che hanno dato la misura del mio lavoro di educatore professionale, che hanno definito un confine che io non avevo mai valicato, e mai davvero valicherò.

L’aiuto portato, offerto e sofferto accanto a popolazioni, a quella fetta di mondo dove i confini tra vita e morte sono fragilissimi, vicinissimi. Fatti di una ciotola di cibo, un vaccino, una tazza di acqua.

Una collega ha accolto tra le braccia la morte di qualche bimbo.

Per questo Rossella, e tutte le Rosselle devono essere libere,

perché fanno, vanno, raccontano …

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...